Corpus Domini a San Francesco, 18 giugno 2017

San Francesco d'Assisi Patrono d'Italia (4 ottobre)

Assisi, 1182 - Assisi, la sera del 3 ottobre 1226.

Francesco nacque ad Assisi nel 1181, nel pieno del fermento dell'età comunale. Figlio di mercante, da giovane aspirava a entrare nella cerchia della piccola nobiltà cittadina. Di qui la partecipazione alla guerra contro Perugia e il tentativo di avviarsi verso la Puglia per partecipare alla crociata. Il suo viaggio, tuttavia, fu interrotto da una voce divina che lo invitò a ricostruire la Chiesa. E Francesco obbedì: abbandonati la famiglia e gli amici, condusse per alcuni anni una vita di penitenza e solitudine in totale povertà. Nel 1209, in seguito a nuova ispirazione, iniziò a predicare il Vangelo nelle città mentre si univano a lui i primi discepoli insieme ai quali si recò a Roma per avere dal Papa l'approvazione della sua scelta di vita. Dal 1210 al 1224 peregrinò per le strade e le piazze d'Italia e dovunque accorrevano a lui folle numerose e schiere di discepoli che egli chiamava frati, fratelli. Accolse poi la giovane Chiara che diede inizio al secondo ordine francescano, e fondò un terzo ordine per quanti desideravano vivere da penitenti, con regole adatte per i laici. Morì nella notte tra il 3 e il 4 ottobre del 1228. Francesco è una delle grandi figure dell'umanità che parla a ogni generazione. Il suo fascino deriva dal grande amore per Gesù di cui, per primo, ricevette le stimmate, segno dell'amore di Cristo per gli uomini e per l'intera creazione di Dio.

Per ascoltare il suono delle campane di San Francesco guarda il video ma prima ricordati di escludere la musica di sottofondo cliccando sulla pausa nella colonna a lato!

San Francesco ebbe una propria chiesa fin dal 1700, costruita dal comune con il contributo della confraternita intitolata al Poverello d'Assisi, e dal 1746 un proprio cappellano mansionario, che fu agli inizi un sacerdote appartenente alla ricchissima famiglia De Concina e in seguito un sacerdote eletto dalla stessa famiglia.

Il cimitero verrà costruito dal comune di Vito nel 1838, il battistero più tardi.

Disastroso il terremoto che colpì S. Francesco nel 1928 che abbattè anche la vecchia chiesa, sostituita nel 1929 dall'attuale, che fu beneetta nel 1930.

Nell'ambito della parrocchia, al di là del confine provinciale, esiste la borgata di Pozzis, che ha una propria chiesetta (Madonna del Rosario), con annesso cimitero. Questa chiesetta è stata oggetto di contesa in passato tra i parroci di San Francesco e di Verzegnis.

La chiesa di San Francesco in un'illustrazione di don Emanuele Candido, parroco di Vacile (PN)


DOMENICA 6 OTTOBRE 2013

S. Messa e processione in onore del Patrono S. Francesco

Ci ha accompagnato il coro parrocchiale di S. Lorenzo d'Arzene.

Per visionare al meglio i video seguenti, escludi la musica cliccando sulla pausa nella colonna a lato.

S. Messa

Omelia

Processione

16 AGOSTO 2013

S. Messa presieduta dsl Vescovo diocesano

S.E. Mons. Giuseppe Pellegrini

DOMENICA 14 LUGLIO 2013

S. Messa e processione in onore della Madonna della Salute

Per visionare al meglio i video seguenti, escludi la musica cliccando sulla pausa nella colonna a lato.

S. Messa e processione

Omelia

DOMENICA 2 GIUGNO 2013

S. Messa e processione del Corpus Domini

Per visionare al meglio i video seguenti, escludi la musica cliccando sulla pausa nella colonna a lato.

Omelia di don Eros

Processione

7 ottobre 2012

Santa Messa e Processione in onore del Patrono.

Per visionare al meglio il video seguente, escludi la musica cliccando sulla pausa nella colonna a lato.

 

Vuoi ricordare un tuo caro? Vuoi chiedere una grazia? Vuoi fare una preghiera? Accendi una candela.

Dopo aver cliccato sulla candela a fianco, clicca su una ancora spenta ed infine segui le istruzioni.